Menu
Filosofia della sessualità - Vera Tripoldi

Filosofia della sessualità

Vera Tripoldi

Carocci

Roma 2011

9788843057184

La differenza tra i generi è di natura biologica o culturale? Le categorie di genere sono solocostruzioni linguistiche che gli esseri umani stabiliscono in riferimento al proprio comportamento sessuale? Cosa si intende per metafisica dei generi? Che analogie ci sono tra la nozione di “genere” e quella di “razza”? Il libro, nel rispondere a queste e altre domande, illustra le problematiche legate ai generi sessuali che animano il recente dibattito filosofico.

[Finnish translation, Sukupuolen filosofia, Niin & näin, Tampere 2014]

Indice

Introduzione

1. La metafisica dei generi

Il genere come costruzione sociale/Il genere come sessualità femminile o maschile/Il genere come categoria oggettiva/Il genere come personalità femminile o maschile/Il genere come concetto cluster/Il genere come “serie”/Il genere come “posizione” in un contesto politico/Il genere come condizione subordinata o privilegiata/Il genere come “performatività”

2. Biologia e genere. Perché due sessi non sono più sufficienti

Perché il sesso non è il genere/I vantaggi della distinzione tra sesso e genere/Perché la distinzione tra i sessi non è solo biologica/Le distinzioni di sesso esistono in natura?/Intersessualità e cambiamenti di sesso/Eterosessualità, omosessualità e teoria queer/La proposta di cinque sessi diversi

3. Differenze di genere, differenze di razza

Che cos’è l’appartenenza a una razza/Analogie tra la nozione di razza e quella di genere/La razza come costruzione sociale/È possibile una società senza razze e generi?

4. Pornografia e linguaggio

Che cos’è la pornografia/Trattare le persone come cose/La pornografia e la teoria degli atti linguistici/Censura e libertà di espressione/Argomenti femministi contro la pornografia

Bibliografia

Rassegna stampa