10

Feb 2012

Presentazione de “Concetti e frontiere” di Jocelyn Benoist

February 10, 2012

Circolo dei lettori, via Bogino 9, Torino.

Presentazione de “Cencetti e frontiere” di Jocelyn Benoist.

Intervengono: Maurizio Ferraris e Fabio Merlini, sarà presente l’autore.

Download Pdf dell’evento

È tempo di filosofia, il nostro? Quanto accade nel quotidiano porta a interessarsi di economia o
politica, allontanando l’attenzione dalle proposte culturali. Eppure questi sono i tempi in cui è
necessario uno “scatto” culturale per ritrovare nuove proposte e nuovi approcci per superare la
crisi.
La discussione sul libro di Benoist, “Concetti e frontiere”, è un’occasione opportuna per cogliere
cosa è nascosto dietro la parola innocua “concetti”, che pur usiamo nel linguaggio di tutti i
giorni. I concetti sono strumenti che afferrano la realtà e che rivendicano, in pari tempo, diritti
su di essa, almeno nei termini del «dover essere». Questi strumenti non sono tuttavia
incondizionati, ma sempre limitati e ancorati nell’effettività dei rapporti concreti che intessono
la realtà. Occorre dunque imparare a riascoltare, al termine dell’analisi concettuale, nel cuore
dei diritti rivendicati dai concetti, la voce di taluni fatti.

I relatori:
Jocelyn Benoist, filosofo francese, si dedica allo studio della filosofia del linguaggio e della
conoscenza attraverso il confronto fra la filosofia analitica e la fenomenologia. Insegna alla
Sorbona e ha scritto numerosi saggi sulla validità moderna della prima filosofia di Husserl e
sugli allievi di Brentano.
Maurizio Ferraris, docente di filosofia teoretica presso l’Università di Torino, e direttore di
LABONT (Laboratorio di Ontologia) e di CTAO (Centro interuniversitario di Ontologia Teorica e
Applicata).
Fabio Merlini, docente di filosofia a Lugano, Varese e Torino, ha curato l’edizione italiana
dell’opera.

Per informazioni:
Ufficio stampa Rosenberg & Sellier
simona.borello@rosenbergesellier.it – 339.7635871