Maurizio Ferraris

Postverità e altri enigmi

Il Mulino, Bologna, Nov. 2017, pp. 182

[ISBN: 978-8815273819 ] - Buy now »

Quanta verità c’è nella postverità? Anche se è forte la tentazione di dire che le bufale sono sempre esistite, che la menzogna è un ingrediente imprescindibile della politica e della vita, e che dunque non c’è niente di nuovo sotto il sole, anche se viene voglia di tagliar corto dicendo che si tratta tutt’al più di fare attenzione a quel che si legge così come si fa attenzione a quel che si mangia e si beve, la postverità è un concetto filosoficamente rilevante e la sua emergenza definisce una caratteristica essenziale del mondo contemporaneo: l’alleanza tra la potenza modernissima del web e il più antico desiderio umano, quello di aver ragione a tutti i costi.

Maurizio Ferraris insegna Filosofia
teoretica all’Università di Torino, dove è presidente del Laboratorio di Ontologia (LabOnt). Internazionalmente noto, ha pubblicato oltre cinquanta libri, tra cui, per il Mulino, «Immaginazione» (1996), «L’imbecillità è una cosa seria» (2016) e «Filosofia teoretica» (con E. Terrone, 2017).

RASSEGNA STAMPA:

01. 09/11/2017, La Repubblica, “Le fake news? Tutta colpa dei filosofi postmoderni“, di Marco Bracconi.

VIDEO e INTERVISTE
01. 13/10/2017, Festival della Comunicazione, Camogli 2017 | www.festivalcomunicazione.it.

02. 16/10/2017, Data & Society Research Institute,Recent scandals around alternative facts, post-truth, and hacking have raised a constellation of questions regarding the intersection of digital tools, the construction or verification of reality, and issues of power and authorship. Such questions have been at the center of theoretical and literary discussions in “Databite No. 96: Maurizio Ferraris and Martin Scherzinger