Gianluca Cuozzo

La filosofia che serve. Realismo, Ecologia, Azione.

Moretti e Vitali, Bergamo, 2017, pp. 192

[ISBN: 9788871866888 ] - Buy now »

Abbiamo urgente necessità di una filosofia che serve, in grado di guidare l’Uomo e sostituire la filosofia che non solo non serve, ma forse fa pure danno. La scienza su questo punto non ha più dubbi; la crisi ambientale è identificata in modo certo e drammatico, oggetto di milioni di articoli scientifici, rapporti di organizzazioni internazionali e accorati nonché frustrati appelli di ampi settori della comunità scientifica che invocano quello “squillo che spaventa” di Benjamin, tale da indurci a ricercare un nuovo “paradigma realista dell’azione” per la prevenzione dal collasso della società. Sono convinto che queste pagine non siano una passeggiata semplice per chi è al di fuori di questi paesaggi. Ma sono così compatte, così piene nella loro constatazione della corruzione del presente, che rappresentano un principio fondatore per ulteriori e spero insistenti approfondimenti “filosofici” da iniettare quanto prima possibile nella società e nella politica. Non è più tempo di massimizzare i profitti, bensì è ora di minimizzare i danni – una semplice, lampante filosofia che serve.

Dalla prefazione di Luca Mercalli

Indice

Presentazione di Luca Mercalli

Nota introduttiva

Parte I

Mondo.

L’illusione cornucopiana

1. La presunzione dell’abbondanza

2. Secolarizzazione e nuove mitologie. Esculapio ed Ermes, alle casse del supermarket

3. Fatalismo ed economia: l’uomo-manichino e l’assenza di alternative

4. Come siamo fortunati! Peccato per il mondo…

Parte II

Memoria.

Non tutto è perduto

1. Il tempio della memoria e il mare in cui perdersi. Agostino e Paul Auster

2. L’arte del ricordare: Albrecht Dürer versus René Magritte

3. Memoria e oblio. Le Carceri di Giovan Battista Piranesi

4. Angeli della storia e mondo-spazzatura: dalla Melencolia I a Wall-E

5. Nuovo umanesimo, nuovo realismo, realismo delle cose rotte: posizioni a confronto

Parte III

Pentimento.

Ripensare l’inadempiuto

1. Eterotopie usa-e-getta: Utopia de Milkshake

2. Il pensiero dell’alternativa: proiectus e reiectus

3. Dal volto dell’altro all’altro dal volto: del mondo in quanto tale

4. L’assunzione etica del “principio del pipistrello”

5. Verso una eco-etica della fallibilità umana

Parte IV

Azione.

Come prendersi cura del mondo

1. Al di là del principio della crescita. Il Club di Roma, a scuola da Freud

2. Michelangelo come educatore alla prassi e il dilemma di Mr. Hyde

3. In difesa delle occasioni perdute

4. Dal concetto di restyling alla prassi del restauro