A cura di Vincenzo Santarcangelo

Have your trip. La musica di Fausto Romitelli.

Milano, Auditorium Edizioni, 2014, p.250.

[ISBN: ISBN: 97888-98599-12-7 ] - Buy now »

Finalmente è possibile dirlo ad alta voce: Fausto Romitelli (Gorizia 1963-Milano, 2004) è oggi uno dei compositori italiani più conosciuti nel mondo. Eppure i suoi rimangono ancora “oggetti sonori non identificati” per il modo davvero unico in cui riescono ad amalgamare high e low art, acustico ed elettrico/elettronico, musica scritta e musica non scritta, generi che spaziano dalla classica al rock, dalla techno all’ambient. Il volume raccoglie saggi scritti da alcuni fra i massimi esperti e conoscitori del compositore goriziano. E’ la prima monografia in italiano ad apparire dopo la sua morte, colmando lo spazio di una lacuna editoriale per certi versi davvero incomprensibile.

Indice

Prefazione

di Vincenzo Santarcangelo, p. 7

Nota biografica di Roberta Milanaccio, p. 11

Opera

1. Fausto Romitelli, un ricordo di Riccardo Nova, p. 17

2. Fausto Romitelli. An Index of Titles di Alessandro Arbo, p. 19

3. La rappresentazione tra i domini in un sistema compositivo basato sul suono di Jacopo Conti, p. 35

4. Lesson IV. Bad Trip intorno allo stile di Fausto Romitelli di Marco Mazzolini, p. 51

5. Due Passages per Fausto Romitelli di Vincenzo Santarcangelo, p. 61

6. Il grado zero dell’immaginario musicale contemporaneo di Giovanni Verrando, p. 75

Opere

7. Nell’alto dei giorni immobili. Un’analisi estesica di Massimiliano Viel, p. 85

8. Movimento endogeno ed esogeno in Professor Bad Trip Lesson I di Eric Maestri, p. 109

9. Trash TV Trance. Dalla partitura al gesto, dal gesto al suono di Jacopo Conti, p. 135

10. Ripetizione e deformazione in Fausto Romitelli. Note su Dead City Radio: Audiodrome di Luigi Manfrin, p. 151

11. Alla Periferia dell’Impero, sperimentare una nuova esperienza del sublime: An Index of Metals di Fausto Romitelli di Filippo Del Corno, p. 223

Appendice

Catalogo delle opere, p. 231

Bibliografia, p. 239

Profilo degli autori, p. 245