Angela Condello

ANALOGICA, Il doppio legame tra diritto e analogia.

Giappichelli, Torino, 2018.

[ISBN: 9788892116450 ] - Buy now »

Il termine ‘analogica’, in questo libro, indica lo scarto tra due codici
con cui si esprime il discorso giuridico: la logica e l’analogia. Questi
due codici, sulla scorta delle ricerche filosofiche di Enzo Melandri, sono
complici e rivali. Rispetto allo studio ormai pioniere di Bobbio, secondo
cui l’analogia è intesa essenzialmente come argomento da giustificare
razionalmente attraverso “leggi di validità”, dall’analisi di Melandri
l’analogia emerge come un vero e proprio campo di operazioni, in cui
l’argomentazione si affianca alla conoscenza e alla classificazione della
realtà. A cavallo tra epistemologia e ontologia del diritto, l’analogia si
presenta oggi, in un regime di pluralismo degli ordinamenti, come tecnica
giuridica fondamentale, basata su continue approssimazioni. L’idea
centrale di Analogica è che nel diritto l’uso dell’analogia, multiforme e
talora oscuro sul piano logico, sia sempre necessario: è questo il doppio
legame tra diritto e analogia.

Angela Condello è Professore a contratto (Jean Monnet Module 2017-2020)
presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università di Torino, dove tiene un
corso sulle diverse culture della normatività e svolge attività di ricerca, e
presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Roma Tre, dove
dal 2013 insegna law and humanities. Ha conseguito il dottorato in Filosofia
del diritto nel 2013, e ha insegnato e lavorato presso la UC Berkeley, il
centro di studi avanzati Recht als Kultur di Bonn, la Fondation Maison des
Sciences de l’Homme e la EHESS (centre “Yan Thomas”) di Parigi come
Fernand Braudel Fellow. I suoi principali temi di ricerca sono l’analogia,
l’esemplarità, la documentalità e l’ontologia sociale, il rapporto tra diritto e
scienze umane, la teoria critica dei diritti umani e il femminismo giuridico.
Organizza gli International Roundtables for the Semiotics of Law. Oltre a
numerosi saggi, articoli e curatele, la sua monografia Between Ordinary and
Extraordinary. The Normativity of the Singular Case in Art and Law (Brill) è
uscita a Giugno 2018.