Presentazione del libro di Lydia Goehr (Columbia University): Il museo immaginario delle opere musicali

Presentazione del libro di Lydia Goehr (Columbia University): Il museo immaginario delle opere musicali
giovedì 25 maggio 2017, ore 16-17.30,
sede Circolo dei Lettori, via Bogino 9, Torino,Italy. (sala musica)

A partire dall’edizione italiana ne discuteranno:

Lydia Goehr (Columbia University), Vincenzo Santarcangelo (curatore dell’edizione italiana del volume) e Tiziana Andina (Università di Torino)

Cosa implicano la composizione, l’esecuzione e la fruizione della musica classica? Cosa facciamo quando ascoltiamo sul serio questo tipo di musica? Perché nell’eseguire una sonata di Beethoven i musicisti cominciano sempre dalla prima nota indicata nello spartito e non si sentono liberi di improvvisare sul tema centrale della sonata? E perché per il pubblico di un concerto di musica classica battere i piedi significa andare contro la tradizione? Nascosta in ciascuna di queste domande vi è la questione principale di cosa voglia dire, in senso filosofico e storico, parlare di musica in termini di “opere musicali”. In questo libro Lydia Goehr descrive come il concetto di opera musicale sia giunto a formarsi nell’Ottocento e abbia in seguito contribuito a definire le norme, le aspettative, e le regole di comportamento che caratterizzano ancora oggi la pratica della musica classica. Il museo immaginario delle opere musicali è un testo fondamentale che, non a caso, ha goduto di una enorme diffusione in una varietà di contesti e discipline sin dalla sua pubblicazione.