January 10th, 2018.Presentazione del libro di Francesco Forleo : La cibernetica italiana della mente nella civiltà delle macchine. Origini e attualità della logonica attenzionale a partire da Silvio Ceccato.

Incontro con l’autore. Francesco Forleo, La cibernetica italiana della mente nella civiltà delle macchine. Origini e attualità della logonica attenzionale a partire da Silvio Ceccato.
Torino, 10 gennaio
Sala gioco, Circolo dei Lettori, Palazzo Graneri della Roccia, via Bogino 9, ore 18:00

Se le macchine hanno comportamenti intelligenti, sono intelligenti? E che tipo di mente deve avere una macchina per definirsi intelligente? Potrà essere felice se programmata con l’algoritmo della felicità? Silvio Ceccato, che come altri cibernetici ha cercato di rispondere a queste e altre domande, ha teorizzato nel primo dopoguerra un modello di attività mentale e, nel clima entusiasmante della civiltà delle macchine, riuscì nell’impresa di costruire un frammento di cervello elettro-meccanico funzionante con tali concezioni. Il modello matematico della felicità, invece, rimase un progetto: non sappiamo se è meglio così, in quanto i sentimenti sembrano per ora rappresentare la frontiera fra l’uomo e le macchine.

Con l’autore ne discuteranno: Enrico Pasini, Docente di Storia della Filosofia (Università di Torino) e Luca Angelone, Ricercatore, Filosofia della Scienza.
La presentazione sarà introdotta dalle note del violino di Massimo Bairo, dell’Orchestra Filarmonica di Torino.

Info: Circolo dei lettori: Ospiti Gennaio 2018